CRABioN

Author: CRABioN

Negli ultimi decenni l'incidenza del tumore del collo dell'utero si è progressivamente ridotta (-80%) nelle donne italiane grazie anche alla esecuzione del Pap test, un esame che consente di individuare eventuali lesioni precancerose (CIN1,CIN2,CIN3) e di intervenire molto prima che queste evolvano in tumore. Il Pap test è quindi, ancora oggi, il metodo di prevenzione oncologica ideale in quanto semplice, economico ed efficace. L'effettuazione del Pap test rappresenta, nella maggior parte dei casi, una conferma del buono stato di salute; qualora siano presenti alterazioni tumorali iniziali del collo uterino, anche in assenza di sintomi, il Pap test permette un precoce riconoscimento, una conseguente attuazione di una cura efficace e rispettosa dell'integrità anatomica e funzionale occupando così un posto di notevole rilievo anche nella diagnostica neoplastica.

Sarà maschio o femmina? Questa è una delle prime domande della coppia che ha appena saputo di aspettare un bambino. La risposta all’interrogativo oggi può essere data settimane prima di quanto possibile con le classiche tecniche diagnostiche. Finora infatti è stato possibile stabilire il sesso del nascituro solo dopo alcuni mesi dal concepimento tramite l’ecografia morfologica. Questa procedura permette di evidenziare il sesso del feto e viene effettuata attorno alla ventesima settimana di gestazione, periodo in cui gli organi genitali sono ormai completamente formati. Tale determinazione è però possibile solo se la posizione del feto lo permette.

La grande maggioranza degli incidenti stradali gravi e di quelli mortali sono dovuti ad una serie di comportamenti scorretti, principalmente eccesso di velocità, guida distratta e pericolosa, mancato rispetto della precedenza o della distanza di sicurezza. Da recenti statistiche risulta, inoltre, che quasi il 50% degli incidenti stradali mortali è causato dall’assunzione di alcool e stupefacenti.
Anche una piccola quantità di queste sostanze è sufficiente per ridurre i riflessi, annebbiare la vista, provocare colpi di sonno. A tal proposito, negli ultimi anni, sono state emanate una serie di norme che hanno come obbiettivo la riduzione del numero degli incidenti stradali e del conseguente numero di vittime.

Quello delle diete è un campo in cui si registra una variabilità di approcci davvero grande. Tutti noi vediamo come le diete, anche quelle più conosciute e validate, agiscano in modo diverso in individui diversi: alcune persone, pur seguendo la medesima dieta, possono presentare un eccesso di peso, alcune sviluppare malattie cardiache o allergie, altre non subire alcun effetto.
È noto che alcuni individui soffrano di ipertensione nonostante seguano diete iposodiche, mentre altri presentino alti livelli di colesterolo anche mangiando cibi a basso contenuto di grassi. Da dove viene tutta questa variabilità?

  • 11 Deossicortisolo
  • 17 Alfa Idrossiprogesterone (17 OH-P)
  • 17 Chetosteroidi
  • 17 Idrossicorticoidi
  • Acidi Biliari
  • Acido 5 idrossi 3 indolacetico
  • Acido citrico
  • Acido delta aminolevulinico
  • Acido ippurico
  • Acido lattico
  • Acido para-aminoippurico (PAI)
  • Acido piruvico
  • Acido sialico
  • Acido Urico
  • Acido valproico
  • Adiuretina (ADH)
  • Adrenalina – noradrenalina (P)
  • Adrenalina – noradrenalina (U)
  • Agglutinine a freddo
  • Ala deidrati eritrocitaria
  • Alanina aminotransferas (ALT) (GPT)
  • Albumina
  • Aldolasi
  • Aldosterone
  • Alfa 1 antitripsina
  • Alfa 1 fetoproteina
  • Alfa 1 glicoproteina acida
  • Alfa 1 microglobulina
  • Alfa 2 antiplasmina
  • Alfa 2 macroglobulina
  • Alfa amilasi
  • Alfa amilasi isoenzimi
  • Alluminio
  • Aminoacidi dosaggio singolo
  • Aminoacidi totali
  • Amitriptilina
  • Ammonio
  • Androstenediolo glucuronide
  • Angiotensina II
  • Anticoagulante lupus like (LAC)
  • Anticoagulanti acquisiti ricerca
  • Anticorpi emolitici anti eritrocitari
  • Anticorpi anti A/B
  • Anticorpi anti antigeni nucleari estraibili (ENA)
  • Anticorpi anti canale del calcio
  • Anticorpi anti cardiolipina
  • Anticorpi anti cellule parietali gastriche (PCA)
  • Anticorpi anti citoplasma dei neutrofili (ANCA)
  • Anticorpi anti DNA nativo
  • Anticorpi anti eritrocitari
  • Anticorpi anti eritrociti
  • Anticorpi anti fattore VIII
  • Anticorpi anti gliadina
  • Anticorpi anti HLA
  • Anticorpi anti insula pancreatica (ICA)
  • Anticorpi anti insulina (AIAA)
  • Anticorpi anti leucociti
  • Anticorpi anti MAG
  • Anticorpi anti microsomi (Ab TMS) o anti tireoperossidasi (Ab TPO)
  • Anticorpi anti microsomi epatici e renali (KMLA)
  • Anticorpi anti mitocondri ( AMA)
  • Anticorpi anti muscolo liscio (ASMA)
  • Anticorpi anti muscolo striato (Cuore)
  • Anticorpi anti nucleo (ANA)
  • Anticorpi anti organo
  • Anticorpi anti ovaio
  • Anticorpi anti piastrine
  • Anticorpi anti recettore del TSH
  • Anticorpi anti recettore nicotinico muscolare
  • Anticorpi anti spermatozoi (adesi) (ASA)
  • Anticorpi anti spermatozoi (liberi) (ASA)
  • Anticorpi anti surrene
  • Anticorpi anti tireoglobulina
  • Anticorpi antitransglutaminasi tissutale
  • Antigene carboidratico 125 (CA 125)
  • Antigene carboidratico 15.3 (CA 15.3)
  • Antigene carboidratico 19.9 (CA 19.9)
  • Antigene carboidratico 195 (CA 195)
  • Antigene carboidratico 50 (CA 50)
  • Antigene carboidratico 72.4 (CA 72.4)
  • Antigene carboidratico mucinoso (MCA)
  • Antigene carcino embrionario (CEA)
  • Antigene polipeptidico tissutale (TPA)
  • Antigene prostatico specifico (PSA)
  • Antigene TA 4 (SCC)
  • Antigeni eritrocitari CD55/CD59
  • Antigeni HLA
  • Antigeni piastrinici
  • Antitrombina III funzionale
  • Antitrombina III immunologico
  • Apolipoproteina altra
  • Apolipoproteina B
  • Aptoglobina
  • Aspartato aminotransferasi (AST) (GOT)
  • Attivatore tissutale del plasminogeno (TPA)
  • Autoanticorpi anti eritrociti
  • Azotemia
  • Beta 2 microglobulina
  • Beta tromboglobulina
  • Bicarbonati
  • Bilirubina totale
  • Bilirubina totale e frazionata
  • C peptide
  • Cadmio
  • Calcio ionizzato
  • Calcio totale
  • Calcitonina
  • Carbossiemoglobina
  • Catecolamine totali urinarie
  • Ceruloplasmina
  • Chimotripsina
  • Cloruro
  • Cloruro, sodio e potassio
  • Cobalamina (Vit. B12)
  • Colesterolo HDL
  • Colesterolo LDL
  • Colesterolo totale
  • Colinesterasi
  • Coproporfirine
  • Corpi chetonici
  • Corticotropina
  • Cortisolo
  • Creatinchinasi
  • Creatinchinasi isoenzima MB
  • Creatinchinasi isoenzimi
  • Creatinchinasi isoforme
  • Creatinemia
  • Cromo
  • D dimero (EIA)
  • Deidroepiandosterone (DEA)
  • Deidroepiandosterone solfato
  • Delta 4 androstenedione
  • Desipramina
  • Diidrotestosterone (DHT)
  • Elettroforesi sieroproteine
  • Emazie (conteggio), emoglobina
  • Emocromo con formula
  • Emoglobina glicata
  • Enolasi neuronespecifica (NSE)
  • Enzimi eritrocitari
  • Eosinofili
  • Eritrociti: antigeni non ABO e non Rh
  • Eritropoietina
  • Esteri organofosforici
  • Estradiolo (E2)
  • Estriolo (E3)
  • Estriolo non coniugato
  • Estrone (E1)
  • Fattore natriuretico atriale
  • Fattore reumatoide
  • Fattori della coagulazione (II, V, VII, VIII, IX, X, XI, XII, XIII)
  • Fenilalanina
  • Fenotipo Rh
  • Ferritina
  • Ferro
  • Fibrina/fibrinogeno: prod. degradazione (FDP/FSP)
  • Fibrinogeno funzionale
  • Fluoro
  • Folato
  • Fosfatasi acida
  • Fosfatasi alcalina
  • Fosfatasi alcalina isoenzima osseo
  • Fosfatasi prostatica (PAP)
  • Fosfato inorganico
  • Fosfoesosoisomerasi
  • Fosforo
  • Fruttosamina
  • Fruttosio
  • Galattosio
  • Gamma glutamil transpeptidasi (gamma GT)
  • Gastrina
  • Glicoproteina ricca in istidina
  • Globulina legante la tiroxina
  • Glucagone
  • Glucosio
  • Glucosio 6 fosfato deidrogenasi (G6PDH)
  • Gruppo sanguigno ABO e Rh
  • Hb – emoglobina A2
  • Hb – emoglobina fetale
  • Hb – emoglobine anomale
  • Hb – ricerca mutazioni delle catene globiniche
  • Hb emoglobina (Sg/La)
  • HIV 1 e 2 anticorpi
  • Identificazione di specificità anti HLA contro pannello linfocitario
  • Idrossiprolina
  • IgA secretorie
  • IgE specifiche allergologiche: quantitativo
  • IgE specifiche allergologiche: screening multiallergenico qualitativo
  • IgE totali
  • IgG sottoclasse 1,2,3,4
  • IgG specifiche allergologiche
  • Immunocomplessi circolanti
  • Immunoglobuline catene kappa e lambda
  • Immunoglobuline di superficie linfocitarie
  • Immunoglobuline IgA, IgG o IgM
  • Inibitore attivatore del plasminogeno (PAI 1)
  • Insulina
  • Interferone
  • Interleuchina 2
  • Lattato deidrogenasi
  • Lattosio
  • Leucin amino peptidasi
  • Leucociti (conteggio e formula leucocitaria microscopica)
  • Lipasi
  • Liporpoteina (a)
  • Litio
  • Luteotropina (LH)
  • Magnesio totale
  • Manganese
  • Mercurio
  • Metaemoglobina
  • Microalbuminuria
  • Monomeri solubili di fibrina
  • Nichel
  • Ormone lattogeno placentare o sommatomammotropina
  • Ormone somatotropo
  • Ossalati
  • Osteocalcina (BGP)
  • Paratormone (PTH)
  • Paratormone related peptide
  • pH ematico
  • Piastrine (conteggio)
  • Piombo
  • Piruvatochinasi (PK)
  • Plasminogeno
  • Polipeptide intestinale vasoattivo (VIP)
  • Porfirine
  • Porfobilinogeno
  • Potassio
  • Progesterone
  • Prolattina
  • Proteina C anticoagulante antigene
  • Proteina C anticoagulante funzionale
  • Proteina C reattiva
  • Proteina S libera
  • Proteina S totale
  • Proteine totali
  • Protoporfirina IX eritrocitaria
  • Protrombina frammenti 1,2
  • Purine e loro metaboliti
  • Rame
  • Renina
  • Selenio
  • Sodio
  • Somatomedina C
  • Teofillina
  • Testosterone
  • Testosterone libero
  • Tireoglobulina
  • Tiroxina libera (FT4)
  • Transferrina
  • Trigliceridi
  • Triodotironina libera (FT3)
  • Tripsina
  • Trombina – antitrombina III complesso (TAT)
  • Trombossano B2
  • Troponina I
  • TSH
  • Urato
  • Urea
  • Valore ematocrito
  • VES 1° ora e 2° ora
  • Virus epatite A (HAV) anticorpi
  • Virus epatite A (HAV) anticorpi IgM
  • Virus epatite B (HBV) anticorpi HBcAg
  • Virus epatite B (HBV) anticorpi HBsAg
  • Virus epatite B (HBV) antigene HBsAg
  • Virus epatite C (HCV) anticorpi
  • Vitamina D
  • Vitamine idrosolubili: dosaggio plasmatico
  • Vitamine liposolubili: dosaggio plasmatico
  • Xilosio
  • Zinco
  • Zincoprotoprofirina
16
Mar

La Tossicologia forense studia le sostanze che sviluppano azione tossica sull'organismo, applicando metodi specifici di indagine sulla loro natura. E' una Branca della Medicina Legale che in tempi più recenti ha acquisito una rilevante importanza.

Proprio per la complessità delle metodiche e delle procedure analitiche, questa tipologia di analisi appartiene alla realtà di pochi Istituti o Centri specializzati, ottenendo una sicura e corretta qualità del dato analitico. La diagnostica tossicologica infatti per una serie di fattori, anche di natura legislativa, assume sempre più un carattere preventivo oltre che clinico/medico-legale.

Il Laboratorio CRABioN, dopo determinazione dirigenziale del 15/05/2009 N.4650 e autorizzazione N. SP/302 del 08/10/2009 del Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali, Direzione Generale dei Farmaci e dei Dispositivi Medici, Ufficio Centrale Stupefacenti, opera secondo le Linee Guida per i Laboratori di Analisi delle Droghe d'abuso con finalità Medico Legali (revisione n. 4 Dicembre 2012) a cura della Commissione Qualità del Gruppo Tossicologi Forensi Italiani (GTFI) allo scopo di offrire i seguenti servizi.

Prestazioni Diagnostiche

Le analisi tossicologiche di Screening e Conferma (UFLC-MS/MS) possono essere eseguite su differenti matrici biologiche: urina, sangue, saliva, capelli, peli pubici e ascellari.

Idoneità a mansioni lavorative

Provvedimento N.99/CU 30/10/2007 (Gazzetta Ufficiale N.266 del 15/11/07 accertamenti sanitari di assenza di tossicodipendenza o di assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope in lavoratori addetti a mansioni che comportano particolari rischi per la sicurezza, l'incolumità e la salute di terzi)

Idoneità alla guida

Neo patentati, rinnovo patenti speciali (patenti C-D-E , trasporto persone, patenti per taxi), porto d'armi, adozioni, ecc..

Tossicologia Iatrogena

Monitoraggio Farmaci

Sviluppo di Metodologie analitiche innovative

Su matrici inerti, su matrici biologiche tradizionali e non convenzionali (capello, saliva, urina, ecc..)

Analisi tossicologica del capello a scopo privato

In completo anonimato è possibile richedere la determinazione di sostanze d'abuso su campioni di capelli, peli pubici e scellari inviati al laboratorio

 

Classe di compositi sottoposti ad accertamento:

Anfetamine, analoghi e loro metaboliti

  • Amfetamina
  • HHMA
  • HMA
  • HMMA
  • MDA
  • MDMA
  • Metamfetamina
  • MBDB
  • MDE

Barbiturici

  • Allobarbital
  • Amobarbital
  • Barbital
  • Butalbital
  • Pentobarbital
  • Phenobarbital
  • Secobarbital
  • Tiopentale

Benzodiazepine

  • Oxazepam
  • Nitrazepam
  • Clonazepam
  • Alprazolam
  • Lorazepam
  • Flumitrazepam
  • Temazepam
  • Alprazolam
  • Clonazepam
  • Diazepam
  • Bromazepam
  • Clordiazepossido
  • Clobazam
  • Estazolam
  • Flurazepam
  • Lormetazepam
  • Medazepam
  • Midazolam
  • Prazepam
  • Triazolam

Cannabinoidi

  • trans-Δ9THC carboxylic acid A (THCA-A)
  • 11-Hydroxy-Δ9-THC
  • Δ9-THC
  • 11-Nor-Δ9-THC-carboxylic acid

Cocaina, analoghi e loro metaboliti

  • Cocaetilene
  • Benzilecgonina
  • Cocaina
  • Ecgonina metilestere
  • Ecgonine

Oppiacei, analoghi e loro metaboliti

  • 6-Acetilmorfina
  • EDDP perclorato
  • Metadone
  • Diidromorfina
  • Buprenofina
  • Nor Buprenorfina
  • Eroina (3,6-Diacetilmorfina)
  • Morfina
  • Codeina
  • Diidrocodeina

 

16
Mar

L’identificazione e la diagnosi delle malattie ereditarie sono la prerogativa essenziale per il controllo della Patologia, per il suo Trattamento e la sua Prevenzione. I progressi sulle conoscenze delle malattie ereditarie e l’accresciuta disponibilità di tecnologie avanzate rendono possibile l’analisi di numerosi Geni-Malattia.

Il nostro Laboratorio utilizza tecniche di analisi del DNA in grado di individuare, e caratterizzare numerose alterazioni del Genoma, mediante diagnosi eseguibili, sia in epoca pre-natale che post-natale, ampliando lo spettro delle indagini grazie alle più recenti metodologie di biologia molecolare.

Il Laboratorio è oggi in grado di fornire le seguenti prestazioni nel campo della: Genetica Medica, Genetica Molecolare e Citogenetica.

Diagnosi genetica Prenatale

  • Analisi del cariotipo su campioni di liquido amniotico, villi coriali, sangue fetale e materiale abortivo
  • Diagnosi prenatale delle aneuploidie dei cromosomi 13,18,21,X,Y (FISH-QF-PCR)
  • Diagnosi prenatale delle principali patologie ereditarie
  • Determinazione precoce del sesso Fetale (10-12 settimana di gestazione) tramite prelievo ematico
  • Servizio di consulenza genetica

Diagnosi genetica post natale

  • Analisi del cariotipo su campione di sangue periferico
  • Screening Fibrosi Cistica (analisi delle 37 principali mutazioni presenti sul territorio italiano)
  • Screening fattori della coagulazione( analisi delle mutazioni dei principali fattori della coagulazione:: Fattore II protombina, Fattore V Leiden, Fattore V HR2, Fattore XIII, b-fibrinogeno, PAI-1, HPA-1, ACE, APOB, APOE, mutazioni MTHFR)
  • Diagnosi di Paternità/consanguineità (con valenza informativa e/o medico legale)
  • Screening e tipizzazione del Papilloma virus (HPV DNA test)
  • Analisi dei principali fattori genetici legati all’infertilità maschile e femminile

Analisi delle seguenti patologie ereditarie e fattori genetici di rischio

  • Acondroplasia
  • Alfa-1-Antitripsina
  • Alzheimer Familiare ad insorgenza precoce (PSEN1-PSEN2; per gene)
  • Alzheimer (ApoE)
  • Anemia Falciforme
  • Aneuploidie Molecolari (21, X,Y) mediante Quantitative Fluorescent Polymerase Chain Reaction QF-PCR
  • Aneuploidie Molecolari (21, 18, 13, X, Y) mediante Quantitative Fluorescent Polymerase Chain Reaction QF-PCR
  • Atassie Spinocerebellari (Tipo 1,2,3,6,7)
  • Atassia di Friedreich
  • Atrofia Muscolare Spinale di Tipo 1 (SMA 1)
  • Charcot-Marie-Tooth X-Linked (CMTX1)
  • Disomia Uniparentale (Sindromi di Prader-Willi, Angelman, Beckwith-Wiedeman, Silver-Russel
  • Displasia Diatrofica (SLC26A2)
  • Distonia Primaria (DYT1)
  • Distrofia Miotonia
  • Distrofia Muscolare Duchenne-Becker (DMD/DMB) Linkage
  • Distrofia Muscolare Duchenne-Becker (DMD/DMB)
  • Distrofia dei Cingoli –LGMD-1C (CAV-3)
  • Distrofia dei Cingoli –LGMD-2C (SGCG)
  • Emocromatosi (HFE)
  • Emofilia A
  • Analisi di sequenza automatizzata del gene del Fattore VIII
  • Epidermolisi Bullosa Simplex-Dowling-Meara
  • Epidermolisi Bullosa Simplex-Dowling-Cockayne
  • Epidermolisi Bullosa Simplex-Dowling-Hyperpigmentation
  • Fenilchetonuria
  • Fibrosi Cistica (Analisi di 33 mutazioni)
  • Fibrosi Cistica (Analisi di 70 mutazioni)
  • Fibrosi Cistica (Analisi di 200 mutazioni)
  • Fibrosi Cistica (Analisi intero gene CFTR)
  • Glutarico Aciduria I (GCDH)
  • Glucosio 6 Fosfato Deidrogenasi (G6PD)
  • Malattia di Huntington
  • Ipocondroplasia
  • Lesch-Nyhan Sindrome (HPRT1)
  • Medium Chain Acyl-CoA Dehydrogenase (MCAD) deficit
  • Retinite Pigmentosa
  • Sindrome di Rett
  • Sordità Congenita (Connessina 26-CX26; Principali mutazioni)
  • Sordità Congenita (Connessina 26-CX26; Intera regione codificante)
  • Spinal and Bulbar Muscolar Atrophy (SBMA)
  • SRY (Sex determining Region-Y)
  • Talassemia b (Principali mutazioni [ 23 ])
  • Talassemia b (Gene completo)
  • X-Fragile o Sindrome di Martin-Bell (FRAXA/FRAXE)
  • Wiskott-Aldrich Sindrome (WAS)

Infertilità maschile (oligo azoospermia)

  • Microdelezioni Cromosoma Y (AZF)
  • Polimorfismo 5T introne 8 gene CFTR
  • Recettore Androgenico (AR)
  • Test di apoptosi
  • Pannello Infertilità Maschile( Fibrosi Cistica 33 mut., Polimorfismo 5T, Microdelezione Y)

Osteoporosi

  • Recettore Vitamina D (VDR)
  • Collagene di tipo 11 (COL1A1)

Endocrinopatie congenite

  • 21 IDROSSILASI (CYP21)
  • 5-a-Reduttasi (SRD5A-2)
  • Aromatasi (p450)
  • Ipoplasia Adrenale Congenita – AHC (DAX1)
  • Recettore Androgenico (AR) gene
  • Recettore Estrogenico (ER)
  • Thyroid Hormone Receptor (THR)

Patologie cardiovascolari

  • Pannello Trombofilia Ipertensione (FV, FII, MTHFR C677T, MTHFR 1298 A/C, AGT, ACE)
  • Pannello Trombofilia 1 (Fatt.V Leiden, Fatt.V Y 1702C, Fatt.II)
  • Pannello Trombofilia 2 (FV, FII, MTHFR C677T, MTHFR 1298 A/C)
  • Angiotensin Convertine Enzime (ACE)
  • Cardiotest (AGT)
  • Analisi di mutazione del FATTORE V di Leiden della coagulazione
  • Analisi di mutazione del FATTORE II (gene protrombina)
  • Analisi di mutazione del gene metilentetraidrofolatoreduttasi (MTHFR) mut.C677T
  • Analisi di mutazione del gene metilentetraidrofolatoreduttasi (MTHFR) mut.1298A/C
  • Iperlipoproteinemia Familiare di tipo III

Indagini di paternità e genetica forense

  • Indagini di paternità ( Analisi completa,Madre-Figlio-Presunto Padre, comprensiva di elaborazione statistica del risultato)
  • DNA Mitocondriale
  • Analisi del DNA Nucleare (applicazione forense)
  • Test di zigosità
16
Mar

L’analisi fine del DNA sta sempre più affiancando la genetica classica per poter individuare alterazioni del genoma riconducibili a patologie importanti. La biologia molecolare si avvale di tecniche che consentono il rilevamento, l’analisi, la manipolazione, l’amplificazione (PCR) e il clonaggio degli acidi nucleici.

Proprio per questo, viene utilizzata in molteplici settori , permettendo di diagnosticare la presenza di malattie genetiche e infettive, nonché la predisposizione e il rischio di sviluppo di particolari patologie.

Oncologia molecolare (test predittivi)

  • Analisi di mutazione del gene BRCA1
  • Analisi di mutazione del gene BRCA2
  • Analisi di mutazione dei geni BRCA1/BRCA2
  • Ricerca di una specifica mutazione in BRCA1 o BRCA2
  • Analisi di mutazione del gene MSH2 (test di predisposizione genetica allo sviluppo del tumore al colon)
  • Analisi di mutazione del gene MLH1 (test di predisposizione genetica allo sviluppo del tumore al colon)
  • Ricerca di una specifica mutazione in MSH2 e/o MLH1
  • Analisi di mutazione del Proto-Oncogene RET (test di predisposizione genetica allo sviluppo del carcinoma midollare tiroideo, MEN 2A, MEN 2B, FMCT)
  • Ricerca di una specifica mutazione in RET
  • Analisi di mutazione del gene APC per Poliposi Adenomatosa Familiare (FAP)
  • Ricerca di una specifica mutazione in APC
  • Analisi di mutazione del gene P16 per Melanoma ereditario
  • Ricerca mutazione specifica in P16

Oncologia molecolare (diagnosi precoce)

  • Analisi di mutazione del gene p53 Analisi esoni “ Hot spot” (5-8)
  • Analisi dell’ intero gene p53
  • Analisi di mutazione del gene K-Ras
  • Analisi di marker microsatelliti fenotipo LOH/RER
  • mRNA PSA (analisi qualitativa)
  • mRNA PSA (analisi quantitativa)
  • mRNA Tirosinasi (analisi qualitativa)
  • mRNA Tirosinasi (analisi quantitativa)
  • mRNA MART-1 (analisi qualitativa)
  • mRNA MART-1 (analisi quantitativa)
  • mRNA MGB (analisi qualitativa)
  • mRNA MGB (analisi quantitativa)

Infettivologia molecolare

 

  • Papilloma Virus Umano (HPV)
    • HPV PCR (Papilloma virus) SCREENING di presenza/assenza
    • HPV PCR (Papilloma virus) TIPIZZAZIONE del ceppo virale
    • Full-Pap (Papilloma virus SCREENING di presenza/assenza, TIPIZZAZIONE del ceppo virale e pap test)

HIV

 

  • HIV-PCR (Immunodeficienza acquisita virus)
  • HIV quantitativa

Epatiti

  • HBV-PCR (Epatite B virus)
  • HBV quantitativa
  • HCV-RT-PCR (Epatite C virus)
  • HCV quantitativa
  • HCV (Epatite C virus) tipizzazione

Altri virus

  • B 19 Parvovirus
  • Chlamydia trachomatis PCR
  • CMV PCR (Citomegalovirus)
  • EBV-PCR (Epstein-Barr virus)
  • Helicobacter pylori
  • HSV ½-PCR (Herpes simplex virus)
  • Mycobacterium tuberculosis PCR
  • Mycoplasma pneumoniae PCR
  • Mycoplasma genitalium PCR
  • Neisseria gonorrhoeae PCR
  • Rubeo (Rubella Virus) RT-PCR
  • Toxoplasma gondii PCR
  • VZV-PCR (Varicella Zoster Virus)
16
Mar

Il laboratorio offre anche un servizio ambulatoriale di Nutrizione Clinica Umana; i pazienti potranno avvalersi della consulenza di esperti nutrizionisti (medico e biologo) in grado di offrire i seguenti servizi:

  • Trattamento di sovrappeso ed obesità nell’adulto
  • Alimentazione del bambino dallo svezzamento all’adolescenza; trattamento di soprappeso, obesità ed allergie
  • Terapia dietetica di: Malattie del Metabolismo (Diabete, Dislipidemie, Iperuricemia), Malattie del tratto Gastroenterico e del Fegato, Malattie Renali, Patologie Cardio e Cerebrovascolari, Patologie Tiroidee
  • Terapia Dietetica in caso di Intolleranze alimentari, Allergie Alimentari e Celiachia
  • Alimentazione in Gravidanza e Allattamento
  • Malnutrizione
  • Educazione Alimentare, Alimentazione e Prevenzione, Alimentazione Vegetariana
  • Alimentazione nello Sportivo
  • Consulenze per Nutrizione Artificiale
  • Riabilitazione post-chirurgica e chirurgia bariatrica

Offriamo inoltre esami di Diagnostica Strumentale:

Bioimpedenziomietria

Esame di tipo bioelettrico non invasivo per l’analisi quantitativa e qualitativa della composizione corporea attraverso la valutazione dello stato di idratazione (liquidi corporei), della quantità di massa magra e di massa grassa. La misurazione della resistenza e della reattanza che incontra una debole corrente che attraversa il corpo consente di stabilire grazie a delle opportune formule, la composizione corporea a valutare lo stato nutrizionale.

Intolleranze Alimentari

Il "Food Intolerance Test" è una prova allergometrica che consente, attraverso un prelievo di sangue, di individuare le reazioni avverse a proteine alimentari. Si basa sul dosaggio di anticorpi di classe G (IgG). E’ utile per conoscere gli alimenti che possono disturbare il nostro organismo. L’eliminazione e l’eventuale reintroduzione dalla dieta quotidiana di questi alimenti permette un rapido e netto miglioramento della sintomatologia. Queste reazioni sono dose-dipendenti (proporzionali alla quantità di alimento introdotto); i sintomi sono legati all’accumulo di sostanze non tollerate dall’organismo e compaiono con un certo ritardo rispetto all’assunzione del cibo.
Il Food Intolerance Test utilizza la metodica standardizzata ELISA che offre un alto grado di ripetibilità (> 90%), assolutamente ineguagliabile considerando che la reazione viene valutata in grado percentuale, per un numero di alimenti elevato.
Un'ipersensibilità individuale dovuta ad una predisposizione costituzionale o un eccessivo consumo di determinati alimenti, possono causare disturbi dipendenti da reazioni immunitarie mediate da IgG.
Conoscere gli alimenti non tollerati dal paziente offre l’opportunità di impostare una dieta varia e personalizzata, in modo da eliminare i disturbi ed evitare l’insorgenza di nuove intolleranze.
L'eliminazione dalla dieta dell'alimento risultato positivo al test, comporta un netto miglioramento delle condizione di salute.

Cardio Wellness Profile

Cardio Wellness Profile (C.W.P.): Il "Cardio Wellness Profile" è il più completo screening preventivo del rischio cardiovascolare. vengono infatti valutati 12 parametri e viene fornita una integrazione di questi ultimi secondo le ultime indicazioni della ricerca scientifica. La valutazione del rischio cardiovascolare effettuata da questo test è la base della prevenzione delle patologie cardiovascolari. Per questo motivo, l'utilizzo di questo test permette di conoscere se il nostro stile di vita è corretto e se vogliamo bene al nostro cuore.

  • Colesterolo totale
  • HDL
  • LDL
  • Trigliceridi
  • Omocisteina (Un aumento dei livelli sierici di omocisteina è stato associato ad un aumento del rischio di patologie cardiovascolari da moltissimi studi)
  • Proteina C reattiva - metodo ad alta sensibilità (molti studi hanno evidenziato come la proteina C sia il più affidabile indice di futura patologia cardiovascolare. I livelli di questa proteina sono insolitamente elevati negli stati infiammatori cronici come l'aterosclerosi)
  • APO A1
  • APO B
  • Peptide C
  • Vitamina D3
  • Lipoproteina A (particella strutturalmente simile alle LDL. Molti studi ne hanno dimostrato l'importanza come fattore di rischio sia dell'aterosclerosi che dei fenomeni trombotici a carico delle coronarie)
  • Acidi grassi plasmatici (Omega-6/Omega-3) (moltissimi studi hanno confermato l'importanza dell'integrazione della dieta con acidi grassi Omega-3 per la prevenzione delle patologie cardiovascolari; il rapporto tra queste due famiglie di acidi grassi indica se l'assunzione, attraverso la dieta, di questi nutrienti è corretta)

Valutazione dello Stress Ossidativo

Permette di effettuare un accurato bilancio globale dello stress ossidativo. Questa condizione si esplica attraverso la valutazione dell’equilibrio tra la produzione di radicali liberi e il potere antiossidante.

Breath test 13C:

Questo test, definito con il termine anglosassone test del respiro, è una metodica con cui si ricerca la presenza e si misura la concentrazione si sostanze volatili nell’espirato. Il Breath test al 13C, riderca la presenza dell’infezione intragastrica da Helicobacter pilori, ed è fra le metodiche diagnostiche meno invasive, con la più alta specificità e sensibilità. In caso di positività del test, si associa al referto specifica terapia nutrizionale.

 

NUTRIGENETICA....la dieta è nel DNA!!

Non esiste un' alimentazione sana in assoluto, ma un alimento più giusto e adatta a noi; finora questi erano concetti empirici, ad oggi le recenti scoperte inerenti al genoma umano ci forniscono gli strumenti e le basi per comprendere i meccanismi molecoari e sostituire allle diete standardizzate un' alimentazione personalizzata tarata sul corredo genetico di ciascuno: la chiave è quindi nella VARIABILITA' GENETICA INDIVIDUALE, è una dieta su misura, e non serve solo per perdere peso ma anche per prevenire patologie e a vivere meglio!.

Il test si basa sull' analisi di diversi polimorfismi genetici, che esercitano un importante ruolo nei processi infiammatori, di detossificazione, dell'attività antiossidante, nella sensibiltà all 'insulina, nello stato di salute del cuore e delle ossa, nonchè sulla possibilità di verificare in modo definitivo l'intolleranza al glutine, al lattosio, ai solfiti e alla caffeina.

il test è di facile esecuzione, non doloroso e non invasivo: prevede il semplice prelievo della saliva.

I Pannelli disponibili e i Geni analizzati sono:

METABOLISMO DEI LIPIDI (APOA1, Apo B,APOC3, APO E, CETP,GJA4(CX37), HMGCR,LPL,MMP3, PON1, NOS3, SREBF2);

METABOLISMO E OBESITA' (ADRA2B, ADRB1, ADRB2, ADRB3, NPY, PPARG);

METABOLISMO DELL' OMOCISTEINA (CBS, MTHFR, MTR, MTRR);

RISPOSTA INFIAMMATORIA (ACT, IL-1B, IL-6, IL-10, TNFalfa, VEGF, IFN-gamma);

ATTIVITA' ANTIOSSIDANTE E DETOSSIFICANTE (MnSOD, SOD3, GSTP1, GSTM1, GSTT1);

METABOLISMO OSSEO E OSTEOPOROSI (VDR,COLIA1, CTR, ESR1);

INTOLLERANZA AI SOLFITI (SUOX, CBS);

INTOLLERANZA ALLA CAFFEINA (CYP1A2);

INTOLLERANZA AL LATTOSIO (LTC);

MORBO CELIACO (HLA).

La medicina del lavoro è quella branca della medicina che si occupa della Prevenzione, Diagnosi e Cura delle malattie causate dalle attività lavorative. E’ oramai accertato che continue esposizioni ad agenti chimici e fisici come le radiazioni, oppure sostanze volatili di variabile tossicità intrinseca, possono determinare importanti conseguenze per la salute umana. Il Centro Ricerche CRABioN, attraverso l'esperienza scientifica dei suoi collaboratori, offre un valido supporto analitico per questa tipologia di analisi eseguendo:

  • 2,5-Esandione urinario totale
  • 2,5-Esandione urinario libero inizio turno
  • 2,5-Esandione urinario libero fine turno
  • Acetone Urinario inizio turno
  • Acetone Urinario fine turno
  • Acido tricloroacetico urinario (TCA) inizio turno
  • Acido tricloroacetico urinario (TCA) fine turno
  • Ac Fenilgliossilico inizio turno
  • Ac Fenilgliossilico fine turno
  • Acido Formico urinario inizio turno
  • Acido Formico urinario fine turno
  • Ac. Ippurico urinario inizio turno
  • Ac. Ippurico urinario fine turno
  • Ac Mandelico inizio turno
  • Ac Mandelico fine turno
  • Acidi.o-m-p Metilippirici urinari inizio turno
  • Acidi.o-m-p Metilippirici urinari fine turno
  • Ac.Trans,trans-Muconico urinario inizio turno
  • Ac.Trans,trans-Muconico urinario fine turno
  • Aldeide Formica inizio turno
  • Aldeide Formica fine turno
  • Creatinina per la determinazione degli analiti urinari inizio turno
  • Creatinina per la determinazione degli analiti urinari fine turno
  • Cromo urinario inizio turno
  • Cromo urinario fine turno
  • Fenoli urinari inizio turno
  • Fenoli urinari fine turno
  • 1-Idrossipirene urinario inizio turno
  • 1-Idrossipirene urinario fine turno
  • Metanolo urinario inizio turno
  • Metanolo urinario fine turno
  • Metiletilchetone urinario inizio turno
  • Metiletilchetone urinario fine turno
  • Orto Cresolo urinario inizio turno
  • Orto Cresolo urinario fine turno
  • Piombo urinario inizio turno
  • Piombo urinario fine turno
  • Protoporfirina IX libera eritrocitaria e ZnPp su sangue intero
Pagina 5 di 5